martedì 30 marzo 2010

Camera 307 - Ore 4:40


Intorno il buio e null'altro.
So che tra poco tempo ci incontreremo di nuovo anche se non so esattamente quando. Approfitto quindi di questo tempo rubato al buio, e penso. Vorrei conoscerti meglio. Cerco intorno a me ogni elemento che mi possa aiutare a costruire l'immagine. Il buio avvolge i fotogrammi vicini, una luce debole arriva da lontano. Come se fosse più facile riconoscerti da lontano mentre tutto si sfoca quando mi sei vicina. Non m'interessa sapere come sei fatta, di che colore hai i capelli, la forma del viso, quanto sei alta, com'è il tuo corpo. Il mio tempo è arrivato e non c'è spazio per queste domande.
Poi la paura si è infilata nei miei sogni spezzando il mio riposo.
Avrei voluto dirtelo. Accidenti a me. Volevo dirti che... e lo credo ancora adesso. Ma adesso è troppo tardi. Troppo tardi per rincorrerti.
Mi sveglio, mi accorgo che non sei intorno a me ma dentro di me.



Nessun commento:

Posta un commento