sabato 1 maggio 2010

Camera A2 - 204 Tempo e spazio.



Non avendo punti fermi nello spazio, si vive cercandone nel tempo. Avere punti fermi nel tempo non significa restare legati a momenti particolari, significa vivere ogni momento in modo particolare. Ad esempio vivendo con passione. Vivere essendo tutto se stesso, dal piccolo al grande gesto. Ma passione vuol dire anche non agire. Saper aspettare. Lasciarsi attraversare dagli eventi più grandi di sé, riconoscendo il proprio limite di natura temporanea. Ed è così che ho vissuto e vivo ogni relazione. Occupando ogni spazio che mi è dato, impegnando ogni momento trovato. Sempre avendo come faro la funzionalità. Si lo so, come modo comportamentale ti suona strano. Freddo, calcolatore, distante. Ma prova per un attimo a leggermi dentro. Prova per un attimo ad ascoltare le mie parole. Prova a immaginare cosa sarebbero le azioni se non avessero uno scopo, una loro funzione. Fare una cosa in funzione di vuol dire farla con etica. Che vuol dire farla nel migliore dei modi possibili. Ed essere quindi lo scopo, la funzione di un'azione significa quindi essere al centro delle attenzioni in ogni momento da parte di un'altra. Oppure, essere al centro di un'attesa dall'altra parte. E' così che ho vissuto e vivo ogni relazione. Dieci anni la prima, dieci anni la seconda. Mi hanno adulato, illuso e poi scaricato. Ma tutto questo non ha svalutato neanche di un millesimo i momenti vissuti. Erano tutti vissuti con passione, con verità. Ora tu, con le tue domande, i tuoi mettermi alla prova. Si ricomincia? Sembra già tutto previsto? Può darsi. Ma è la vita, basta solo aggiungere significato.

1 commento: