domenica 17 ottobre 2010

Camera 202 - La seconda volta.


Io sono la seconda. La nostra storia è durata sei mesi. Non molti, neanche pochi però.
Che poi non è una storia lontana...
Una storia difficile.
Non è che fosse un... uno come lui sapeva a malapena...
Silenzio.. quello si che è un atto volontario...

E' uno che viaggia molto per lavoro.. è bravo.. il suo modo per esprimere... con lo stile di vita....
Lo fa con consapevolezza... come dice lui stesso.. isolato dall' apparente buonismo... come frase capovolta. Anche se la storia sarebbe diversa..
Incontro tipico... di certe cose se ne intende. Una persona lo incontra convinta di avere a che fare con un uomo..una donna poco sensibile.. la signora scappa...cosa che sarebbe successa lo stesso... La dissolutezza diventa convinzione in tutti quasi una maschera..
Ufficialmente, convenzionalmente

Non importa se non è andata così... lui è così.
All'inizio raccontava molto... tutte cose e persone svitate e stranissime... il tempo..poco... che non combinerà niente nella vita.
f diventa F.. ela cosa che più gli interessa è fare il suo lavoro, le sue cose.

I ritmi delle parole e dei silenzi... in un periodo in cui di parole ce ne sono tante...
Lui attraversa paesi come fossero emozioni e viaggia nelle emozioni come fossero paesi sconosciuti
. Lascia un sacco di cose, oggetti. Ma soprattutto lascia un vuoto.

Nessun commento:

Posta un commento