mercoledì 6 aprile 2011

Camera 203 - Alle basi della compatibilità.




 
E' un viaggio continuo, alle basi della compatibilità. Un uomo folle, che insegue il suo sogno di bellezza armonica in quello che fa. Bellezza come una morsa feroce che insegue gli eventi.  Dialoghi con fasi di apnea e dei due chi ha una gran voglia di dialogare è chi per natura parlerebbe di meno. So che posso non farcela ma so anche che se non tento non realizzo una parte di me. E' una cosa forte, più forte della mia paura, più forte del tuo silenzio, del tuo essere immune al senso della parola. Sguardi silenziosi ma colmi di significato, sguardi catturati mentre tu guardi altrove. Sembri dormire ma di un sono strano, forse irreversibile. Non è neanche un brutto sonno, da cui ci si sveglia con danni, ma ci si sveglia. 27 dicembre. Lo sguardo che scambio con il tuo corpo prima di toccarti è di quelli che non lascia spazio a dubbi e spazio alla mente di viaggiare. Ogni tuo movimento lo vedo ripetuto decine di volte.  Apri gli occhi, hai la consapevolezza di aver vissuto un momento unico. Ma è passato.

Nessun commento:

Posta un commento