giovedì 19 febbraio 2015

Camera 1612 – Siamo tutti passeggeri.


Dormire non mi riesce. Non è certo colpa del jet lag. Non posso dormire con una finestra aperta sulla testa e una vista così. Hai presente quando guardi qualcuno negli occhi e ti senti scrutare dentro l’anima e per un attimo hai la sensazione che intorno a te cali il silenzio? Ecco, a me succede ogni volta che entro in una camera.
Quante strade ho percorso prima di arrivare qui. In un certo senso penso e ringrazio a chi non mi ha tenuto. Così ho percorso altre strade. La vita è continuare a viaggiare, non fermarsi a vivere le relazioni che si formano durante il percorso. Siamo tutti passeggeri.

Nessun commento:

Posta un commento